Una tabella per registrare febbre e medicinali somministrati al bambino con l’influenza

Mamma, tu che forse non sei proprio un Pico della Mirandola, come fai a ricordarti quanta febbre, e a che ora, aveva tuo figlio, o i tuoi figli , e a che ora il pupo ha preso il paracetamolo o l’antibiotico ? Personalmente, io non lo ricordo, ecco perché ho creato questa tabella dell’influenza. 😉

Ci risiamo! L’inverno porta con sé la solita, noiosissima influenza. In questo periodo tra picchi e ricadute i bambini sono più a casa che a scuola.

gatto malato disegno

Ne so qualcosa io che di bambini ne ho due. Due piccoli untori che, alternativamente, si scambiano e diffondono virus a go go per la gioia della famiglia. Beddi miei!

Tu come stai?

La febbre aumenta, diminuisce e poi aumenta di nuovo. L’antibiotico va preso a un orario fisso (mi raccomando!). Occorre contare da quanti giorni il bimbo manca da scuola per farsi fare o meno il certificato dalla pediatra.

Caspita, quante cose da ricordare! Il “gioco” poi diventa ancora più duro se febbri e medicinali da dispensare sono a più di una creatura. Come ricordarsi quanta febbre, e a che ora, aveva Tizio e quanta ne aveva Sempronio? E ancora, a che ora Tizio ha preso il paracetamolo per abbassare la febbre? Tra quanto può riprenderlo?

Cara mamma – ma non solo  – scarica pure tranquillamente la tabella, stampala e appiccicala al frigorifero! Così a colpo d’occhio avrai:

  • temperatura corporea
  • orario di rilevazione della temperatura
  • medicine somministrate
  • orario della somministrazione
  • giorno di assenza da scuola

Tutto più facile, no?

Scarica qui il pdf ! E buona guarigione!

Precedente Pianifica & organizza [free printable] Successivo Codina felice & pet therapy